Ferrari 340 America Spider, storia di un incredibile restauro

La storia che vi stiamo per raccontare vede protagonista una Ferrari 340 America Spider, ora in perfetto stato di funzionamento ma fino a qualche anno fa ridotta praticamente ad un rottame, per quanto pregiato. Tutto ha inizio nei primi anni '90, quando Mike Sanfilippo acquista il telaio della Ferrari 340 per soli 200 dollari, custodendola in maniera non troppo impeccabile nel proprio giardino, preda degli agenti atmosferici e di un'infinità di animaletti che allora popolavano la proprietà di Sanfilippo.

Dopo averla custodita per qualche tempo in garage, portandola dentro e fuori dallo stesso praticamente ogni giorno, Mike decide di lasciarla direttamente in giardino. Poi nel 2006, stanco di averla e soprattutto ingolosito da quello che sembrava un ottimo guadagno, la mette in vendita ricavandone oltre 26.000 dollari. La Ferrari 340 America Spider del 1952 finisce dunque nelle mani esperte (e danarose) di Tom Shaughnessy che l'aveva appunto notata in questo giardino di Frankfort, Illinois, USA.

Soddisfatto del guadagno (da 200 a 26.000 dollari) Sanfilippo è andato a visitare un forum Ferrari ma più che i complimenti degli appassionati, ha ricevuto messaggi di solidarietà. Perchè? Semplice, la Ferrari 340 America Spider è un pezzo pregiato, molto più di quanto Sanfilippo sospettasse. Nel frattempo Shaughnessy inizia i restauri eliminando il corpo vettura Devin in fibra di vetro, il che gli permette di leggere il numero di telaio. Decide pertanto di rivolgersi a Hilary Rabb, super esperta di Ferrari storiche, venendo così a sapere di essere in possesso di uno dei 475 esemplari da corsa realizzati tra il 1948 ed il 1974.

Dopo aver contattato anche uno storico svizzero, Shaughnessy scopre che la sua auto è una delle sole 11 carrozzate Vignale, decidendo quindi di ricostruirne la storia fin dal giorno della nascita... Il suo esemplare fu donato da Ferrari a Piero Scotti e nel 1953 venduto al californiano Ernie McAfee. Il costo del restauro? Stimato tra i 500-600.000 dollari, ma l'auto, terminata, ne varrà 2.8 milioni. Un guadagno niente male ed un'auto storica che ritorna in vita!!



Pubblicato il: 2016-12-12 00:00:00 - Autore: Infomotori