Ford Sierra, una berlina che rompe con il passato

Prodotta dal 1982 al 1993, l’erede della Taunus ha ben poco in comune con la sua antenata. La Ford Sierra presenta infatti un design aerodinamico e un pianale inedito, con trazione posteriore, sospensioni posteriori a ruote indipendenti e cambio a cinque marce. Disponibile in due varianti di carrozzeria (berlina cinque porte e station wagon), propone una gamma di motorizzazioni composta da diverse unità a benzina (1.3 da 60 CV, 1.6 da 75 CV, 2.0 da 90 CV e 105 CV, 2.3 da 114 CV) e da un 2.3 diesel da 67 CV. L’ultimo arrivato è il 2.8 V6 da 150 CV, riservato alla versione sportiva XR4 a tre porte. Cinque gli allestimenti tra cui è possibile scegliere: base, L, GL, Ghia e XR4.  Nel 1985 debutta la mostruosa RS Cosworth, equipaggiata con un motore da 2.0 litri in grado di erogare 204 CV. Nel 1986 è la volta del 1.6 da 75 CV (che sparisce dalla circolazione in meno di un anno) e della SW 4x4 (2.0 da 147 CV).

 

Seconda generazione. Nel 1987 è il momento dell’aggiornamento di metà carriera. Numerose le modifiche estetiche apportate alla Ford Sierra: vetri più ampi per migliorare la visibilità, inediti gruppi ottici e fascioni paracolpi più voluminosi. Debutta la variante a quattro porte e tra gli optional compaiono l’ABS e il parabrezza riscaldato. La gamma di motori si allarga. Adesso sono disponibili sette unità a benzina (1.6 da 73 CV, 1.8 da 88 CV e 90 CV, 2.0 da 102 CV, 113 CV e 204 CV, 2.8 V6 da 147 CV) e un 2.3 diesel da 65 CV. È anche il turno della RS500 Cosworth (versione limitata della variante racing). La Ford Sierra infatti vanta anche un passato nelle competizioni.

 

Sempre nel 1987, debutta la seconda serie della RS Cosworth con quattro porte, dotata di un propulsore 2.0 da 200 CV, mentre il 2.8 V6 viene sostituito da un 2.9 da 145 CV. Il 1989 segna il debutto del 2.0 Twin Cam da 122 CV. Un anno dopo ecco il 2.0 Cosworth 4x4 da 215 CV e il 1.8 turbodiesel da 75 CV, che rimpiazza la vecchia unità aspirata. Da questo momento parte una continua riduzione della gamma di motorizzazioni disponibili, con i vari propulsori che abbandonano la scena. Nel 1992 il canto del cigno, con l’introduzione della serie GT. Un anno dopo la Ford Sierra esce dal listino. A prenderne il posto ci pensa la Ford Mondeo.

Pubblicato il: 2016-12-12 00:00:00 - Autore: Infomotori