Alfa Romeo 33 Stradale

L’Alfa Romeo 33 Stradale è universalmente considerata una delle supercar più affascinanti mai costruite. Questa fuoriserie nacque nel 1967 e venne prodotta in (a quanto è dato sapere oggi) in circa 18 esemplari

La base dell’Alfa Romeo 33 Stradale è l’omonima versione da competizione, l’Alfa Romeo Tipo 33. Le strepitose linee nascono dal genio di Franco Scaglione: dalla sua matita, tra le tante, scaturì anche la prima Lamborghini della storia, l’avveniristica 350 GTV Gran Turismo Veloce.

Il motore dell’Alfa Romeo 33 Stradale era di stretta derivazione sportiva: un V8 di appena 1995 centimetri cubici sviluppato da Autodelta, la celebre squadra corse Alfa Romeo. Questo propulsore erogava nella versione da competizione ben 270 cavali, ridotti a 230 nella versione Stradale erogati ad un regime di 8000 giri al minuto. Siamo quindi di fronte ad uno dei 2.000 cc aspirati più potenti mai costruiti.

La derivazione da un’auto da competizione distingue la 33 Stradale in ogni dettaglio: ad esempio, l’altezza da terra è di appena 990 mm. La lunghezza complessiva è di 3970 mm, mentre la larghezza è di ben 1710 mm. Grazie all’impiego di avanzate tecnologie aeronautiche, il telaio della 33 Stradale vantava un peso straordinariamente ridotto.

Il peso totale della vettura era di appena 770 kg. L’aerodinamica in netto anticipo sui tempi, la stratosferica potenza del motore ed il peso contenuto garantivano prestazioni “mostruose”: appena 5,6 secondi per passare da 0 a 100 km/h ed oltre 260 km/h di velocità massima.

 

Pubblicato il: 2016-12-12 00:00:00 - Autore: Infomotori