Fiat 1100 S

La Fiat 1100 S del 1947 fu uno dei primi tentativi di produrre un’auto da corsa nel periodo immediatamente successivo alla fine del secondo conflitto mondiale

Concepita dal geniale progettista Dante Giacosa, toccava i 150 km/h e adottava uno schema con motore anteriore + trazione posteriore che garantiva un’eccellente distribuzione dei pesi tra gli assi.

La Fiat 1100 S si distingueva per il design della carrozzeria, davvero sensazionale per i canoni dell’epoca. Aerodinamicamente efficiente e molto aggressiva, tra le principali armi di seduzione puntava sul lungo cofano anteriore, in piacevole contrasto con la coda raccolta e sfuggente. Il propulsore, derivato da quello della 1100 berlina, subì una profonda elaborazione in grado di innalzare la potenza massima a 50 cavalli. Tra le novità più rilevanti citiamo la pompa dell’acqua, il radiatore e l’albero a camme completamente ridisegnati. La struttura in alluminio venne abbinata al telaio modificato della Fiat 1100B.

La 1100 S debuttò alla Mille Miglia de 1947 con risultati straordinari: si piazzò seconda, terza e quarta nella classifica assoluta. Secondo i dati rilasciati da Fiat stessa, furono prodotti poco più di 400 esemplari della 1100 S. 

Pubblicato il: 2016-12-12 00:00:00 - Autore: Infomotori