Lancia Flavia

Lancia Flavia fu un modello di fondamentale importanza per la grande casa italiana: declinata in molteplici varianti nel corso della su fortunata carriera

Prodotta tra il 1960 ed il 1970, Lancia Flavia fu un modello di fondamentale importanza per la grande casa italiana: declinata in molteplici varianti nel corso della su fortunata carriera, Flavia scese in campo forte di una carica d’innovazione letteralmente dirompente.

La Flavia berlina passò alla storia come una vettura capace di suscitare reazioni contrastanti: ad esempio, per quanto concerne il design, tanti furono i suoi ammiratori quanti i detrattori. La carrozzeria ha una linea decisa, dominata dal grande cofano anteriore e dai fari sdoppiati. L’abitacolo, come da tradizione per le vetture della casa italiana, è lussuoso e caratterizzato da soluzioni raffinate. Il bagagliaio della Flavia è estremamente capiente, degno di una quattro porte di rango. Meccanicamente, la Flavia si distinse per il raffinato schema di trazione anteriore. Su strada aveva un comportamento progressivo e prevedibile ed in generale un’ottima tenuta di strada. Sotto al cofano trovò inizialmente posto un quattro cilindri di 1500 centimetri cubici in grado di erogare 78 cavalli. Venne molto presto affiancato da un 1800 da 92 cavalli proposto anche nella versione da ben 102 cavalli. Entrò in scena successivamente un potente motore di 2000 centimetri cubi capace di 115 cavalli e addirittura 126 cavalli nella versione ad iniezione elettronica.

La Lancia Flavia Convertibile firmata dalla Carrozzeria Vignale si distinse per l’eleganza ed il peculiare fascino. Prodotta fino al ’67 in poco più di 1600 esemplari, riprese la linea della quattro porte enfatizzandone la pulizia formale e la naturale eleganza. Il talento e la professionalità dell’atelier Vignale resero la Flavia Convertibile non solo desiderabile, ma anche pratica ed efficace su strada.

Grande fortuna commerciale anche per la Lancia Flavia Coupé, presentata nel 1961 e disegnata da Pininfarina: un perfetto esempio di classica sportiva a tre volumi. Il pianale accorciato della berlina venne abbinato ad una variante potenziata del propulsore a quattro cilindri di 1500 centimetri cubici portato da 78 a 90 cavalli. 

Pubblicato il: 2016-12-12 00:00:00 - Autore: Infomotori